Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy Policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser

CONSULENZA PER MIGLIORAMENTO ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

LE SFIDE DEL NUOVO MONDO DEL BUSINESS

 

Il mondo del business di oggi è un mondo che ha subito e continua a subire cambiamenti repentini, che rendono necessaria una incessante riprogettazione e rimodulazione dei propri modelli per poter stare al passo con i tempi.

Questi cambiamenti così frequenti spesso imprevedibili generano una diffusa sensazione di volatilità, cambiamenti che si sono fatti sempre più dinamici in seguito ai processi di digitalizzazione e globalizzazione del commercio e della concorrenza.

Questa volatilità può provocare incertezza e ambiguità: incertezza in quanto nulla è più prevedibile e ogni situazione è nuova per l’intera società, la quale perde la sicurezza data dalla possibilità di basarsi su modalità risolutive adottate in passato; ambiguità perché ci si trova spesso spiazzati davanti a situazioni nuove che non si sa come gestire.

Altra caratteristica del mondo attuale del business è certamente la complessità, data dalla molteplicità dei fattori in gioco, dall’imprevedibilità delle conseguenze e dall’instabilità come conseguenza dei continui cambiamenti in atto.

Alla luce della conformazione che l’odierno mondo del business ha assunto, diviene fondamentale che le aziende prendano consapevolezza della necessità di attivare processi di cambiamento adeguati alle nuove esigenze. In altre parole, lo sforzo richiesto alle aziende è quello di effettuare una vera e propria trasformazione della propria cultura organizzativa, facendo leva sui concetti di imprenditorialità aziendale e leadership.

Questa trasformazione dei modelli di business deve portare alle aziende nuove modalità di intendere i processi organizzativi, creando modelli aziendali basati sulla partecipazione attiva, sulla condivisione di responsabilità, sulla comunicazione diffusa e sulla valorizzazione delle competenze e contributi di ognuno.

Nel concreto dello svolgimento delle attività in azienda, questo passaggio provoca nuove modalità di definizione degli obiettivi; questi devono infatti essere il più possibile condivisi all’interno dell’organizzazione: per fare ciò, gli obiettivi devono essere definiti dal Management Team in compartecipazione con tutti i collaboratori, i quali attiveranno processi di condivisione a cascata con tutti i lavoratori dell’azienda. In questo modo ognuno avrà spazio di opinione e ci si potrà assicurare la diffusione degli obiettivi stessi e di tutte le informazioni organizzative tra tutti i soggetti facenti parte dell’azienda.

Cambiano anche le modalità di presa di decisione: non più scelte unidirezionali prese unicamente dalle autorità ed imposte passivamente agli altri membri, bensì decisioni prese in condivisione e confronto tra tutti i partecipanti alla vita aziendale, ognuno dei quali diventa parte attiva e responsabile delle scelte organizzative.

Necessariamente deve modificarsi anche il modo di intendere il controllo; se fino a qualche anno fa il controllo era di tipo top down, basato su regole rigide e sanzioni imposte, oggi questa modalità non può più essere accettata: bisogna passare dal concetto di controllo a quello di auto-organizzazione, rendendo ciascun soggetto partecipante attivo, responsabile e competente nello svolgimento delle proprie mansioni.

Altro punto fondamentale è sicuramente l’impegno che l’azienda deve assumersi nella direzione di percorsi di crescita e apprendimento rivolti a tutti i lavoratori aziendali, valorizzando le competenze di ognuno e facilitando la crescita personale, oltre che professionale.

Scritta il 29/10/2018